- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Menù

Casa delle Culture di Bari diventa hub educativa di "Spazi Sociali per Leggere"

Anche Casa delle Culture di Bari è coinvolta in "Diritti ai Diritti", il programma di contrasto alla povertà educativa dell'Assessorato al Welfare del Comune di Bari che prevede una kermesse di iniziative ed eventi. Si tratta di un percorso di azioni diversificate a carattere socio educativo e ludico culturale, diffuse nel mese di novembre sul territorio cittadino che accompagnino i bambini/e ragazzi/e e famiglie della città nella conoscenza ed esercizio dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza per sostanziare azioni di contrasto alla povertà educativa. Il Centro polifunzionale comunale "Casa delle Culture" dell'assessorato al Welfare del Comune di Bari - gestito dalla cooperativa sociale Medtraining in ATI con la cooperativa San Giovanni di Dio - rientra tra i quattro hub educativi denominati "Spazi Sociali per Leggere", collegati alla rete Bari Social Book, quali luoghi di incontro, scambio, promozione e svolgimento di attività socio educative culturali e di promozione dei libri e della lettura ad accesso libero per cittadini/e minori e famiglie del territorio cittadino.

Presso gli Spazi è possibile giocare, socializzare, leggere e prendere in prestito un libro, donare libri, proporsi per letture ad alta voce, partecipare agli eventi di animazione alla lettura; sono dotati di patrimonio librario specifico, di nuova acquisizione e con donazione di cittadini. Nello specifico, negli spazi di Casa delle Culture di Bari - in via Barisano da Trani 15, nel quartiere di San Paolo - è stata allestita una Biblioteca per minori di seconda generazione la cui inaugurazione si svolgerà domani, 12 novembre, alle ore 16.30, alla presenza di Francesca Bottalico, assessora al Welfare del Comune di Bari. Seguirà al termine dell'inaugurazione, "Di qua e di là dal mare: filastrocche migranti", reading e laboratorio di filastrocche con l'autore Carlo Marconi, edizioni Gruppo Abele.

Tema dell'incontro l'articolo 22 della Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia: «Gli Stati parti adottano misure adeguate affinché un fanciullo che cerca di ottenere lo statuto di rifugiato, oppure è considerato come rifugiato ai sensi delle regole e delle procedure del diritto internazionale o nazionale applicabile, solo o accompagnato dal padre e dalla madre o da ogni altra persona, possa beneficiare della protezione e della assistenza umanitaria necessarie per consentirgli di usufruire dei diritti che gli sono riconosciuti dalla Convenzione e dagli altri strumenti internazionali relativi ai diritti dell'uomo o di natura umanitaria di cui detti Stati sono parti».

Il patrimonio librario sarà composto dalla donazione delle librerie GiuntialPunto di Bari e Molfetta, offerta nell’ambito dell’iniziativa “Aiutaci a Crescere. Regalaci un Libro”, dai libri acquistati dall’assessorato al Welfare, anche attraverso l’utilizzo dei fondi del Decreto Franceschini (anno 2020), nonché dalle donazioni dei cittadini.Le attività sono coordinate dalla Biblioteca Dei Ragazzi-e Bari Progetto Città Coop. Soc. in rete con enti ed organizzazioni del welfare cittadino.