- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Menù

Al via il mese del Ramdan: digiuno, preghiera e raccoglimento per gli ospiti dei progetti SIPROIMI

«Abbiamo preparato gli ospiti a questo momento, spiegando bene le date di inizio e di fine del Ramadan, il significato del digiuno ed i vari momenti della preghiera, che purtroppo a causa del Covid-19 non potrà mai svolgersi in modo collettivo ma solo individuale». Imed Daas è uno dei mediatori culturali che seguono quotidianamente i beneficiari dei diversi progetti SIPROIMI - Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per minori stranieri non accompagnati - gestito dalla cooperativa sociale Medtraining nei comuni della provincia di Foggia. Tunisino, da quasi trent'anni residente nel capoluogo Dauno, Imed è uno degli storici animatori della comunità islamica, punto di riferimento per tanti migranti che vivono nel nostro territorio.

Per questo, nelle scorse settimane ha girato nei vari progetti SIPROIMI in cui sono accolti beneficiari di fede islamica. «Sono presenti ad Orsara di Puglia, Rocchetta Sant'Antonio, Apricena e Manfredonia. Arrivano dal Marocco, dalla Libia, dal Mali, dal Ghana, dal Pakistan e dal Bangladesh - spiega Imed Daas - . Abbiamo fornito loro tutte le informazioni necessarie per vivere al meglio questo periodo di digiuno, di preghiera e di purificazione. Questa ricorrenza annuale è considerata uno dei Cinque Pilastri dell'Islam e un precetto religioso. Durante il digiuno dall'alba al tramonto, i musulmani si astengono dal consumo di cibi e bevande e dalla pratica di attività sessuali».

Il Ramadan è il mese in cui si pratica il digiuno in commemorazione della prima rivelazione del Corano a Maometto. Cibo e bevande sono servite giornalmente prima dell'alba e dopo il tramonto in pasti chiamati rispettivamente suḥūr e ifṭār. Le date di inizio e di fine del Ramadan non sono sempre le stesse. A differenza del calendario gregoriano, che si basa sulla rivoluzione della Terra intorno al Sole, quello islamico è infatti lunare: prende come riferimento le rotazioni della Luna intorno alla Terra. Anche la sua durata è variabile, perché la lunghezza di ogni mese nel calendario lunare dipende dalla luna crescente. Se appare il ventinovesimo giorno, il mese finisce. Altrimenti dura 30 giorni.
di Emiliano Moccia