Menù

"Ragazzi Sprint", un progetto per favorire lŽinclusione sociale dei minori stranieri non accompagnati

Si trovano in un Paese straniero di cui non conoscono la lingua né la cultura, senza genitori o altre figure adulte di riferimento, e questo li espone alla possibilità di essere coinvolti in attività illegali o di essere sfruttati sessualmente o nel mercato del lavoro nero. Inoltre, il sistema welfare Italiano appare per molti versi obsoleto e ciò è fonte di forte disagio per coloro che presentano dei gap linguistici e sociali. Come nel caso dei minori stranieri non accompagnati, un fenomeno che solo lo scorso anno in Italia, secondo il report del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha fatto registrare una presenza di 7.080 MSNA.

E' su questo scenario che si è scelto di creare un progetto che potesse dare opportunità lavorative proprio a giovani appartenenti a questa categoria particolarmente vulnerabile. Il progetto "Ragazzi Sprint" nasce con l'obiettivo di promuovere l'inclusione sociale, la lotta alla povertà ed ogni forma di discriminazione attraverso attività di informazione, sensibilizzazione, prevenzione e sostegno a minori stranieri. Ha come destinatari 18 minori stranieri non accompagnati che attraverso il progetto saranno avviati in diversi percorsi di formazione: alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana (Livello A1 e A2 QCER), alfabetizzazione digitale, corso per educatori animatori sportivi.

Le attività sono promosse dall'Ambito Territoriale di Cerignola in Associazione Temporanea di Scopo con la cooperativa sociale Medtraining, Un Sorriso per Tutti, Sportello immigrazione "Stefano Fumarulo". L'intervento della Regione Puglia è risultato indispensabile nell'attivazione di una rete sociale che proteggesse i minori, e ciò è stato possibile grazie all'Avviso Pubblico Discrimination Free Puglia, con cui la Regione Puglia punta alla realizzazione di interventi di contrasto alle discriminazioni di ogni tipo. Risulta indispensabile fornire i ragazzi di un bagaglio culturale che gli permetta di difendersi da tali atrocità. L'equipe di professionisti avrà il ruolo di arricchire i ragazzi di conoscenze togliendoli dalla strada.

Le attività formative saranno svolte nelle aule presso la sede di Medtraining , in Corso del Mezzogiorno a Foggia, organismo formativo accreditato dalla Regione Puglia. L'azienda dispone di tutte le attrezzature, strumentazioni, supporti e tecnologie adatte al percorso formativo. Dopo una prima fase in presenza, il progetto formativo sta ora procedendo con modalità a distanza sempre nel rispetto delle normative anti-covid.
di Iole Cocco