Menù

I ragazzi de ´La strada´ sui beni confiscati alla mafia di Casal di Principe

Nuova visita didattica, questa volta a Casal di Principe, per i ragazzi coinvolti nel progetto 'La strada. Cantiere di antimafia sociale'. Il gruppo di studentesse e di studenti, l'altro ieri, hanno incontrato gli operatori della cioccolateria 'Dulcis in Fundo', sul bene confiscato gestito dalla cooperativa sociale 'Davar'. Hanno fatto tappa anche a 'Casa Don Diana' e hanno così avuto modo di visitare il Museo diffuso della Resistenza alla camorra, mostre fotografiche sul tema e ascoltare storie delle vittime innocenti di camorra.

Il progetto 'La strada. C'è solo la strada su cui puoi contare' si rivolge ad oltre 20 giovani, tra i 16 e i 19 anni, in un percorso di educazione alla cittadinanza attiva, lungo tre anni. Previste mille ore di attività, distribuite in tre anni, per offrire a studenti propositivi e a giovani a rischio devianza e criminalità provenienti da tutto il territorio provinciale l'opportunità di mettersi in gioco e divenire promotori di un cambiamento concreto nella propria comunità. L'iniziativa è promossa dall'Associazione Temporanea di Scopo che vede il Comune di Cerignola in qualità di ente capofila e un nutrito partenariato composto da: Comune di Foggia, CSV Foggia, Cooperative sociali Medtraining, Iris e Altereco.