Menù

Infanzia e anziani: approvati dal Ministero dell´Interno finanziamenti per 2,5 milioni di euro

Ammontano a 2,5 milioni di euro i finanziamenti approvati dal Ministero dell'Interno per la prima tranche dei progetti da presentare nell'ambito del Piano di Azione Coesione (PAC) - Programma Nazionale servizi di cura all'infanzia e agli anziani non autosufficienti. "È un grande risultato - ha affermato il Ministro dell'Interno, Angelino Alfano - . Con queste risorse, infatti, gli oltre 200 comuni capofila (1.608 comuni) delle regioni Campania, Puglia, Calabria e Sicilia potranno scegliere, attraverso le procedure previste dalla normativa, i soggetti più idonei a supportarli nel monitoraggio e nella rendicontazione dei progetti già approvati. Tutto questo consentirà di velocizzare l'erogazione dei contributi a favore dei cittadini". Anche perché "questi finanziamenti - ha sottolineato il ministro - sono mirati a potenziare i servizi primari destinati ad alcune fasce più deboli della società, come quelle legate all'infanzia e agli anziani, in un'ottica di partecipazione concreta dello Stato alla vita dei territori. Con tali programmi, il Governo mette in campo, quindi, interventi aggiuntivi, rispetto alle risorse già disponibili, per dare immediato ristoro alle necessità e alle urgenze dei cittadini".

Infanzia

Per i servizi alla prima infanzia (bambini 0-3 anni) sono individuati i seguenti obiettivi: 

a. Aumento strutturale dell'offerta di servizi. Espandere l'offerta di posti in asili nido pubblici o convenzionati e nei servizi integrativi e innovativi (SII) fino alla copertura nel 2015 di almeno il 12% della domanda potenziale. 

b. Estensione della copertura territoriale per soddisfare bisogni e domanda di servizi oggi disattesi, attivando strutture e servizi nelle aree ad oggi sprovviste. 

c. Sostegno alla domanda, alla gestione e accelerazione dell'entrata in funzione delle nuove strutture, per la sostenibilità degli attuali e futuri livelli di servizio, sostenendo la transizione verso un sistema integrato di offerta pubblica e privata verso un efficace ed efficiente funzionamento a regime. 

d. Miglioramento della qualità e della gestione dei servizi socioeducativi. Sostenere la crescita qualitativa dei percorsi di apprendimento ampliando la funzione socioeducativa degli asili nelle comunità dove operano. Aumentare l'efficienza operativa, gestionale e finanziaria del sistema di servizi pubblici, ed il progressivo incremento nei rapporti con un'offerta privata. 

Anziani

Per i servizi per anziani (ultrasessantacinquenni) non autosufficienti sono individuati i seguenti obiettivi: 

a. Aumento della presa in carico di anziani in assistenza domiciliare, assicurando un adeguato livello di prestazioni socio-assistenziali. 

b. Aumento e qualificazione dell'offerta di servizi residenziali e semiresidenziali per gli anziani. 

c. Miglioramento delle competenze di manager, operatori professionali e di assistenti familiari. 

d. Sperimentazione di protocolli innovativi di presa in carico personalizzata dell'anziano fragile, favorendo l'integrazione tra le diverse filiere amministrative dell'intervento sociale e sanitario.